A DETTO DA VOI LA STORIA DI DESIREE GULLO_ PERCHE'LE VITTIME DI VOLENZE NON VENGONO TUTELATE_ 7-23 screenshot

Domenico Musicco, presidente di Avisl Onlus, a Detto da Voi per il caso di Desirèe Gullo


L’avvocato Domenico Musicco, presidente di Avisl Onlus, ospite di Caterina Collovati a “Detto da voi” su Telelombardia per discutere del caso di Desirèe Gullo.

 

Desirèe Gullo è la giovane è la figlia di Carmelina Lizzio, morta di Covid lo scorso anno, ma anche vittima di violenze, insieme alle figlie, da parte del marito.

Scriveva Il Giorno, lo scorso luglio, che l’uomo è:

colpevole di violenza sessuale, maltrattamenti e molestie nei confronti delle due figlie e della moglie. Una“ componente sadica nei comportamenti, aggravata dal fatto che le figlie erano minori”, si legge sulle sentenze di fine anni Novanta. “Minacciava anche mia madre di non denunciare, di non dire nulla. Ma lei era coraggiosa, l’ha fatto per noi”, ricorda Desir èe. Anni di buio e dolore, poi la condanna a tre anni di reclusione,“solo uno scontato in carcere, per indulto”. 

desirèe gullo musicco

Ma, come ha denunciato Desirèe, ora il padre:

percepisce la pensione di reversibilità di mia mamma, una grande lavoratrice che ha fatto così tanti sacrifici per crescerci da sola. Mio padre non ci ha mai dato nulla, neanche i soldi del risarcimento. Gli abbiamo chiesto di rinunciare almeno alla quota dell’appartamento di mia mamma, invece ha voluto anche quella. Per la legge, nonostante quello che ha fatto, è erede come noi. Un’ altra violenza inflitta a mia mamma”. Essendo separati e non divorziati, il padre di Desir èe ha tutti i diritti di successione, esattamente come le figlie della donna, scomparsa a 63 anni.

 

L’INTERVENTO DI DOMENICO MUSICCO A DETTO DA VOI: