Il presidente di Avisl al settimanale Visto: “Ecco perché servono le microassicurazioni per i monopattini”

Nel numero in edicola questa settimana, Visto intervista l’avvocato Domenico Musicco, presidente di Avisl Onlus, a proposito dell’alto numero di incidenti in cui sono rimasti coinvolti monopattini elettrici

Estratto dell’intervista a Domenico Musicco per Visto

«La prima cosa da fare, a tutela di tutti, è predisporre una microassicurazione obbligatoria per responsabilità civile del conducente verso terzi. Ovvero in grado di coprire i danni compiuti in caso di incidente da chi guida il monopattino. Naturalmente si tratterebbe di assicurazioni di importi molto diversi da quelli previsti per le auto, ma si tratta di pochi euro che possono evitare grandi problemi quando si investe qualcuno e lo si deve risarcire. Allo stesso modo chi viene investito da un monopattino, anche se è molto improbabile che possa morire, deve avere la certezza che i danni saranno pagati. Mi pare un segno di civiltà».

E per il conducente?

«Mentre renderei obbligatoria l’assicurazione per responsabilità civile, per il conducente aprirei ad assicurazione volontaria. Peraltro, è quanto già accade sulle piste da sci».

C’è chi propone il casco obbligatorio anche per i maggiorenni alla guida di monopattini elettrici.

«Se parliamo di caschi per biciclette, mi pare un’idea sensata per la sicurezza. Gli italiani fanno sempre fatica ad abituarsi ai dispositivi di protezione, come accadde con le cinture di sicurezza, ma a conti fatti abbiamo visto come alla fine siano diminuiti drasticamente gli incidenti mortali. La stessa cosa successe quando l’obbligatorietà del casco fu estesa a tutti i conducenti di ciclomotori. Si sono salvate parecchie vite».

Per la guida di un cinquantino oggi serve un patentino. Potrebbe essere utile anche per un monopattino elettrico?

«Mi pare eccessivo e si rischia di vanificare l’apertura verso questo nuovo tipo di mobilità. A troppi intoppi burocratici corrisponderebbe l’abbandono del mezzo. I monopattini sono poi molto meno veloci e potenzialmente molto meno pericolosi dei motorini. Piuttosto, da anni chiedo ai diversi governi di introdurre un’ora di educazione stradale nelle scuole, perché è la cultura alla prevenzione e alla sicurezza che ci manca. Ogni volta l’ipotesi viene rinviata. Ecco, mi auguro che magari, intanto, su iniziativa delle stesse scuole, si vogliano prevedere incontri tra le polizie locali e gli studenti, in cui si spieghino le regole di base della circolazione, comprese quelle per il monopattino».

***

Lo speciale di Avisl Onlus sui monopattini elettrici – GUARDA

***

AVISL ONLUS
ASSISTENZA LEGALE GRATUITA SENZA ANTICIPO SPESE in tutta Italia alle vittime di incidenti stradali, alle vittime di incidenti sul lavoro, a chi subisce o ha subito danni da disfunzioni del sistema sanitario. Avisl offre assistenza legale gratuita anche ai familiari delle Vittime.
www.avisl.it
Via Besana, n. 8 – 20122 MILANO
info@avisl.it
800 300 523 (numero verde)
3400917547
02.5458154 (fax)
Assistenza legale gratuita incidenti stradali. Se vuoi fare una donazione alla nostra associazione clicca sull'immagine

Cos'è Avisl Onlus

L’associazione Avisl Onlus ha lo scopo di dare assistenza legale gratuita a chi subisce un incidente stradale o ai suoi familiari. E a chi è vittima di incidenti sul lavoro o per responsabilità medica. Sostiene le vittime e i loro familiari nella pratica assicurativa e nel processo penale e civile. Avisl Onlus si avvale inoltre di psicologi, medici legali e consulenti cinematici. Nessuna spesa anticipata. CHIAMACI AL NUMERO VERDE 800 300 523

Leggi anche

Morte Luca Tosi Brandi, i responsabili della manutenzione della strada davanti al gip

Fissata per il 10 maggio l’udienza davanti al gip per i responsabili della ditta che …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Call Now ButtonCHIAMA ORA