sara del mastro

Aggressione con l’acido a Giuseppe Morgante: Sara Del Mastro era sana di mente

La perizia psichiatrica su Sara Del Mastro ha stabilito la piena capacità d’intendere e di volere della donna che, lo scorso maggio, aggredì con l’acido a Legnano l’ex fidanzato Giuseppe Morgante.

Così ha concluso Nicola Poloni, l’esperto nominato dal gup di Busto Arsizio Tiziana Landoni a fine gennaio.
Giuseppe Morgante subì lesioni gravissime dal volto al torace fino all’inguine. E rischiò di perdere un occhio. Da allora è stato sottoposto a numerosi interventi chirurgici.

A dicembre il gup Piera Bossi respinse la richiesta di patteggiamento a cinque anni avanzata dalla difesa e già accettata dalla Procura, accogliendo in pieno le tesi del legale della vittima, l’avvocato Domenico Musicco, presidente di Avisl Onlus, che riteneva la pena non congrua alla gravità delle contestazioni.

Il 25 maggio si tornerà in aula e già per quella data potrebbe arrivare la sentenza.

Soddisfatto l’avvocato Musicco, che spiega: «Ora ci aspettiamo una sentenza dura, che dia giustizia alla vittima, in linea con quanto avvenuto per gli episodi simili più recenti, come l’aggressione con l’acido a Jessica Notaro, in cui il suo ex fidanzato è stato punito con 15 danni di reclusione».

***

LO SPECIALE DI STORIE ITALIANE SU GIUSEPPE MORGANTE – VIDEO

***

Guarda lo speciale di Avisl su Giuseppe Morgante (INTERVISTE, ARTICOLI E VIDEO) – QUI

***

CONTATTACI