Avvocato esperto incidenti stradali. Sei vittima di un incidente? Chiamaci 800 300 523

Incidente Ponte Milvio, la rivelazione: “Il giochino del semaforo rosso”

Tra i giovani romani sarebbe in voga un gioco pericoloso: attraversare con il rosso di corsa. Lo rivela il padre di una giovane in contatto con la comitiva delle sedicenni travolte dall’auto di Pietro Genovese

Una nuova notizia sull’incidente di Ponte Milvio, scuote Roma. La riporta il quotidiano Il Messaggero, che riporta le dichiarazioni di M.L., piccolo imprenditore del Labaro, quartiere a nord di Roma. Le figlie dell’uomo, una sedicenne e l’altra ventenne, frequentano la zona della movida vicino a Corso Francia. E la più piccola, stando al giornale, è pure in contatto con la comitiva delle sedicenni Gaia e Camilla, travolte dal suv di Pietro Genovese.

Queste le parole dell’imprenditore al quotidiano: «Lo chiamano il giochino del semaforo rosso e quando mia figlia e la sua amichetta me lo hanno spiegato dopo la morte di Camilla e Gaia, mi sono venuti i brividi. Si tratta di attraversare le due carreggiate di Corso Francia veloci mentre per i pedoni è rosso e per le auto che sfrecciano è verde, sfidando la sorte. Un gioco folle del sabato sera e non solo, in voga tra i giovanissimi di Ponte Milvio. Lo fanno per farsi grandi riprendendosi anche con gli smartphone, creando storie sui social che poi si cancellano nel giro delle 24 ore».

E ancora: «Quando domenica mattina, appresa le terribile notizia ho chiesto a mia figlia più piccola e a una sua amichetta che la sera prima erano state a Ponte Milvio “ma com’è possibile che sia successa una disgrazia del genere?” loro non erano affatto stupite. Anzi, mi hanno risposto: “Ma è il giochino, lo fanno tutti”».

Tuttavia l’imprenditore non sa dire se anche le due vittime si siano lanciate per sfidare il destino: «Quando gliel’ho chiesto a mia figlia, lei mi ha detto che era già andata via da Ponte Milvio a quell’ora, ma ha aggiunto che “lo fanno tutti, sempre”».

Nel frattempo su Repubblica è apparso un video in cui due giovani attraversano ancora in maniera irresponsabile la stessa carreggiata.

***

Guarda lo speciale di Avisl sull’incidente di Ponte Milvio – QUI

***

AVISL ONLUS
ASSISTENZA LEGALE GRATUITA SENZA ANTICIPO SPESE in tutta Italia alle vittime di incidenti stradali, alle vittime di incidenti sul lavoro, a chi subisce o ha subito danni da disfunzioni del sistema sanitario. Avisl offre assistenza legale gratuita anche ai familiari delle Vittime.
www.avisl.it
Via Besana, n. 8 – 20122 MILANO
info@avisl.it
800 300 523 (numero verde)
3400917547
02.5458154 (fax)

 

Assistenza legale gratuita incidenti stradali. Se vuoi fare una donazione alla nostra associazione clicca sull'immagine

Cos'è Avisl Onlus

L’associazione Avisl Onlus ha lo scopo di dare assistenza legale gratuita a chi subisce un incidente stradale o ai suoi familiari. E a chi è vittima di incidenti sul lavoro o per responsabilità medica. Sostiene le vittime e i loro familiari nella pratica assicurativa e nel processo penale e civile. Avisl Onlus si avvale inoltre di psicologi, medici legali e consulenti cinematici. Nessuna spesa anticipata.

Leggi anche

Strade pericolose: da Firenze a Termoli, due incidenti mortali in poche ore

A Firenze un quarantenne è stato travolto da un camion; tra Rotello e Termoli un’auto …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Call Now ButtonCHIAMA ORA