Avvocato esperto incidenti stradali. Sei vittima di un incidente? Chiamaci 800 300 523

La Prealpina intervista l’avvocato Domenico Musicco sul caso Giuseppe Morgante

Intervista de La Prealpina all’avvocato Domenico Musicco in vista della decisione di oggi del gup di Busto Arsizio Piera Bossi sul caso di Giuseppe Morgante. Musicco chiederà che sia respinta la richiesta di patteggiamento a soli 5 anni proposta dalla difesa e accettata dai pm

 

 

Da La Prealpina

LEGNANO – Deturpò il volto dell’uomo che l’aveva rifiutata gettandogli l’acido addosso: oggi Sara Del Mastro, difesa dagli avvocati Sandro Cannalire e Pierpaolo Proverbio, proverà a patteggiare una pena di cinque anni. Proverà, appunto.

Perché Giuseppe Morgante si opporrà, affidando il suo bisogno di giustizia equa al suo legale Domenico Musicco. «Oggi chiederemo di rigettare il patteggiamento, cinque anni sono troppo pochi se paragonati, per esempio, a quelli inflitti a Luca Varani per lo sfregio di Lucia Annibali. Il nostro caso è stato equiparato, a livello sanzonatorio, a un omicidio stradale, ma non lo riteniamo giusto. Nell’aggressione c’era il dolo, c’era la premeditazione, il fatto è gravissimo», sottolinea l’avvocato Musicco.

Giuseppe Morgante ha paura e non ha difficoltà ad ammetterlo.

Musicco fa notare: «L’imputata è molto pericolosa, ha una personalità lucida nella pianificazione dei suoi gesti, ha dimostrato di non fermarsi davanti a niente. I magistrati hanno una grossa responsabilità nella scelta, la parte civile in questo caso non si sente appoggiata. Ma confidiamo nel gup».

I difensori di Sara Del Mastro avevano comunque annunciato un piano B, per così dire: nel caso il patteggiamento dovesse essere rigettato, chiederanno comunque il rito abbreviato. Sul caso – che è nato sotto l’egida della mediaticità, essendo esploso con Le Iene – interviene anche Riccardo Olgiati, deputato legnanese del Movimento 5 Stelle. «Ovviamente ho sempre massima fiducia nella magistratura e rispetterò qualsiasi decisione verrà presa, ma non posso non osservare quanto accaduto in casi pressoché identici, come quello di Gessica Notaro o dell’onorevole Lucia Annibali. Le pene per i responsabili sono state di quindici e vent’anni. Cambia solo l’inversione di genere uomo-donna nel ruolo di vittima e carnefice». Olgiati garantisce: «Giuseppe è un ragazzo straordinario, che ho avuto il piacere di conoscere. Tutto ciò che chiede è giustizia e io sono al suo fianco».

L’operaio trentenne venne aggredito il 7 maggio al culmine di un lungo periodo di stalking subito da Sara Del Mastro, una trentottenne conosciuta in chat e frequentata per qualche settimana. Quando lui decise di interrompere il rapporto lei iniziò a tormentarlo.

Esasperato, si rivolse alle Iene, contando sul fatto che il ribaltamento dei ruoli, un vittimo invece che la classica vittima, avrebbe fatto presa. La donna, intervistata dalla troupe, perse la testa e passò all’azione.

Sarah Crespi

 

***

Guarda lo speciale di Avisl su Giuseppe Morgante – QUI

***

AVISL ONLUS
ASSISTENZA LEGALE GRATUITA SENZA ANTICIPO SPESE in tutta Italia alle vittime di incidenti stradali, alle vittime di incidenti sul lavoro, a chi subisce o ha subito danni da disfunzioni del sistema sanitario. Avisl offre assistenza legale gratuita anche ai familiari delle Vittime.
www.avisl.it
Via Besana, n. 8 – 20122 MILANO
info@avisl.it
800 300 523 (numero verde)
3400917547
02.5458154 (fax)

 

Assistenza legale gratuita incidenti stradali. Se vuoi fare una donazione alla nostra associazione clicca sull'immagine

Cos'è Avisl Onlus

L’associazione Avisl Onlus ha lo scopo di dare assistenza legale gratuita a chi subisce un incidente stradale o ai suoi familiari. E a chi è vittima di incidenti sul lavoro o per responsabilità medica. Sostiene le vittime e i loro familiari nella pratica assicurativa e nel processo penale e civile. Avisl Onlus si avvale inoltre di psicologi, medici legali e consulenti cinematici. Nessuna spesa anticipata.

Leggi anche

Sara Del Mastro condannata a 7 anni e 10 mesi: gli articoli sulla sentenza

Delusa la vittima: “Hanno sottovalutato tutti la vicenda perché io sono un uomo, grande e grosso, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Call Now ButtonCHIAMA ORA