Omicidio Alessandra Madonna !


Omicidio Alessandra Madonna !

“L’uomo che ha ucciso Alessandra ha usato la propria auto come un’arma. Non si può pensare che la morte sia dovuta alla fatalità di un incidente, la macchina è la pistola fumante di questo caso, la prova madre che inchioda il fidanzato alla condanna per omicidio volontario. L’omicidio stradale è un’altra cosa, dove entrano in gioco fattori come l’imprudenza di chi è alla guida, l’eccessiva velocità, magari l’uso dello smartphone che distrae da quanto accade sulla strada. In questo caso, invece, era chiara la volontà di utilizzare l’auto per offendere. L’uomo che ha ucciso Alessandra non ha utilizzato l’auto per quella che è la sua funzione, ma per arrecare un danno e per la legge questa è un’aggravante. Siamo pronti a dare son da subito il nostro supporto alla famiglia di Alessandra per riportare giustizia in un caso che non può e non deve concludersi in questo modo”. Sono queste le parole che l’avvocato Domenico Musicco, presidente della Onlus Avisl (Associazione Vittime Incidenti Stradali) usa a caldo per commentare la sentenza di primo grado per l’uccisione di Alessandra Madonna, 24enne di Mugugnano, che ha stabilito che la sua morte è avvenuta per omicidio stradale.
Giuseppe Varriale, il suo ex, è stato condannato a 4 anni di reclusione, a fronte dei 30 che aveva chiesto l'accusa per omicidio volontario. Dopo una lite, nella notte tra il 7 e l'8 settembre 2017, Varriale avrebbe trascinato con la sua auto la giovane, ballerina professionista, provocandole ferite talmente gravi da causarne la morte.‎