Ogni giorno, in Italia, si verificano in media quasi 500 incidenti stradali !


Ogni giorno, in Italia, si verificano in media quasi 500 incidenti stradali !

Ogni giorno, in Italia, si verificano in media quasi 500 incidenti stradali. Sono le strade urbane le più pericolose con il 74,7% degli incidenti, che in media causano oltre 175mila feriti all'anno. In quelle extraurbane, invece, si registra il maggior numero di morti (4,6 decessi ogni 100 incidenti).

 

CLASSIFICA STRADE PIU' PERICOLOSE

Grande Raccordo Anulare. è in cima alla classifica: in un anno, lungo i suoi 68 km si sono verificati 732 incidenti (10,73 incidenti/km), per 16 morti e 1.036 feriti.

Raccordo Autostradale di Reggio Calabria. con 49 incidenti e 80 feriti in un anno, in un tratto lungo appena 6 km (8,75 incidenti/km).

Diramazione Capodichino Napoli. Le cose non vanno meglio a Napoli, in soli 3 km di strada si sono verificati in un anno 25 incidenti che hanno prodotto una vittima e 28 feriti (8,33 incidenti/km).

A18 Catania. Scendendo nella classifica si arriva alla Sicilia. In questa strada lunga 4 km si sono verificati 29 incidenti per 45 feriti (7,84 incidenti/km).

A52 Tangenziale Nord Milano. Non poteva mancare il capoluogo lombardo, la più pericolosa delle sue tangenziali è la Nord, che va da Sesto San Giovanni a Milano Meda. In 13 km di lunghezza nel 2015 ci sono stati 101 incidenti di cui uno mortale. La conta dei feriti invece arriva a 137.

Tangenziale Nord Torino. La strada che parte da Rivoli, al termine della A32, e termina con l’inizio dell’autostrada A5, è la più pericolosa del Piemonte. La Tangenziale Nord di Torino, lunga 20 km, ha causato 200 feriti e 4 morti in 130 incidenti (6,44 incidenti/km).

Raccordo Tangenziale Nord Bologna. Camion ribaltati, maxi tamponamenti, chiusure e code. Il “bollettino di guerra” di questa strada continua anche nel 2017. In questi 22 km, nel 2015, si sono contati 132 incidenti per un morto e 207 feriti (5,95 incidenti/km).

A15 La Spezia. In classifica non poteva mancare la Liguria. In questo piccolissimo tratto di strada di appena un chilometro si sono registrati ben 7 incidenti in un anno, per un totale di 11 feriti (5,83 incidenti/km).

Tangenziale Ovest Milano. Ma si fa presto a tornare nei grandi centri cittadini. Ecco che al nono posto della top 20 troviamo la Tangenziale Ovest di Milano dove, in soli 32 chilometri si sono verificati in un anno 179 incidenti per 6 morti e 273 feriti (5,66 incidenti/km).

 

ORARI E GIORNI DELLA SETTIMANA

Secondo quanto segnala l'Istat, la maggior parte degli incidenti stradali nel nostro paese si sono concentrati a maggio, giugno e luglio. Il venerdì risulta come il giorno con il numero più elevato di eventi, ma dalle conseguenze meno gravi: tanto che maggiori vittime sono state registrate di domenica. La giornata lavorativa è scandita da tre picchi di incidenti, che avvengono rispettivamente quando si va al lavoro – intorno alle nove di mattina –, poi intorno alle 13, e ancora quando si torna a casa alle 18. Nel fine settimana le cose cambiano, e la frequenza di incidenti è più intensa nelle ore che precedono il pranzo, dalle 11 alle 13, e di nuovo dalle 16 alle 20. Anche se rari rispetto agli altri, gli scontri più gravi – che cioè tendono a provocare vittime – avvengono fra le tre e le sei del mattino.