Donna muore durante l’intervento chirurgico: medici in manette, operarono dopo il decesso


Donna muore durante l’intervento chirurgico: medici in manette, operarono dopo il decesso

Morì nel 2013 durante un’operazione, oggi l’equipe medica e il primario di cardiochirurgia dell’ospedale San Carlo di Potenza sono stati arrestati dalla Polizia e ora sono ai domiciliari. L’accusa è di omicidio colposo in concorso di una donna di 71 anni.

Il primario Nicola Marraudino, di 54 anni, è anche accusato di falso in atto pubblico e falso ideologico in atto pubblico. Gli altri due medici arrestati dalla Squadra mobile di Potenza – in esecuzione di un’ordinanza emessa dal gip del capoluogo lucano su richiesta della Procura della Repubblica – sono Michele Cavone, di 61 anni, e Matteo Galati, di 46.

Dopo aver constatato che era già morta, i tre medici dell’ospedale di Potenza, arrestati per omicidio colposo, hanno continuato ad operare la donna di 71 anni. È uno dei particolari – che si è appreso stamani nel capoluogo lucano – alla base dell’arresto dei tre cardiochirurghi del San Carlo, che sono ai domiciliari.
 

(Fonte Ansa)