Cellulare alla guida, la prima causa di morte al volante !


Cellulare alla guida, la prima causa di morte al volante !

“Sono d’accordo con la proposta del ministro Danilo Toninelli e sin da ora confermiamo il nostro impegno per concretizzare l’intr del ritiro della patente per chi usa il cellulare al volante - spiega l’avvocato Domenico Musicco, presidente della Onlus Avisl -. La distrazione alla guida costituisce una delle principali cause di incidente stradale. In base agli ultimi dati ISTAT disponibili sappiamo che il numero di incidenti imputabili alla guida distratta è stato di circa 37 mila casi, pari a quasi il 20% degli incidenti stradali con feriti. Tra i principali fattori di distrazione vi è l’uso del cellulare alla guida per telefonare o per inviare e leggere messaggi. Numerosi studi hanno confermato una generale sottovalutazione della distrazione come fattore di rischio da parte dei conducenti. Il rischio di incidente per chi utilizza gli smartphone durante la guida è fino a 4 volte superiore rispetto a chi non ne fa uso”.
Proprio oggi l’avvocato Musicco è stato protagonista di un’intervista sul tema pubblicata sulle pagine nazionali del quotidiano Il Mattino.