Cantù, bimba senza seggiolino morì in incidente stradale !


Cantù, bimba senza seggiolino morì in incidente stradale !

“La condanna dei due genitori che non avevano assicurato la loro bimba al seggiolino non può essere la stessa di chi guidava con un tasso alcoolemico nel sangue ben oltre il consentito – esordisce così l'avvocato Domenico Musicco, presidente della Onlus Avisl (Associazione Vittime Incidenti Stradali), commentando la sentenza sul caso di Cantù –. Quello che occorre è una cultura diversa.Bisogna investire in questa direzione.Nella promozione, nello sviluppo e nella diffusione di una nuova cultura, fattore chiave per innalzare in modo rilevante e stabile il livello della sicurezza stradale. In questo quadro l'azione di informazione, sensibilizzazione e formazione, sviluppata da attività di educazione stradale e mobilità sostenibile, portata avanti dalle agenzie educative e da tutte le istituzioni costituisce parte di un progetto più generale di costruzione di una rete di cooperazione volta al miglioramento della sicurezza stradale”.

La vicenda risale alla notte tra il 2 e il 3 maggio 2017, a Cantù, in provincia di Como, dove una coppia di giovani genitori ha perso la propria bimba di un anno. La coppia non aveva assicurato la bimba al seggiolino di sicurezza e la piccola viaggiava in braccio alla madre sul sedile anteriore. Il giovane che causò l'incidente, e che risultò con una tasso alcolico superiore a quello consentito per legge, è stato condannato sempre per omicidio stradale a sedici mesi, la stessa pena dei due genitori, al termine del processo con il rito abbreviato.